soundproof-room1-2291589_1920

Come insonorizzare una stanza

Vicini troppo rumorosi o che si lamentano per ogni minimo suono, presenza di una strada molto trafficata o di una ferrovia, ma anche di esercizi commerciali alquanto chiassosi. Sono questi i motivi che spingono ad insonorizzare una stanza o anche tutta la casa e a riacquistare così la pace e la tranquillità. Oltre a ciò molte volte sono gli appassionati di musica o chiunque si diletta a suonare uno strumento a desiderare di insonorizzare la stanza usata per le prove in modo da non disturbare nessuno, nemmeno i propri familiari o coinquilini. Insonorizzare una stanza non è mai una cosa semplice. Il suono si propaga e diffonde in mille modi. A seconda delle proprie esigenze si può scegliere di insonorizzare le pareti,  il pavimento, il soffitto e di conseguenza il materiale più adatto per farlo. Si può decidere anche per l’eliminazione totale di qualsiasi rumore proveniente dall’esterno optando per un progetto completo che non trascuri nessun particolare acustico.

Come riuscire a insonorizzare una stanza?

Bisogna contenere ogni vibrazione colpevole della propagazione del suono. Se si è stanchi dei vicini che si lamentano perché si cammina troppo spesso con i tacchi o perché si fa rumore con le sedie attorno al tavolo della cucina, si può pensare di insonorizzare il pavimento optando per una membrana particolare fatta di gomma e sughero da inserire tra due strati adesivi e posizionare sopra le vecchie piastrelle o il parquet. In commercio ci sono tante marche che fabbricano prodotti insonorizzati e i materiali possono essere diversi fra loro. Sta a noi o ai professionisti ai quali ci siamo rivolti scegliere il prodotto più adatto. Sulle pareti, invece, si possono applicare o tende fono isolanti o, ancor meglio, pannelli fonoassorbenti con lavorazione a bugnato. Per il soffitto, invece, potrebbe essere molto utile la creazione di un controsoffitto in cartongesso, realizzato con l’utilizzo di colla fonoassorbente oppure un controsoffitto realizzato lasciando un’intercapedine di aria. Quest’ultima può anche  essere riempita, come terza opzione, con isolante in vetroresina.

Per completare l’opera si possono installare paraspifferi su ogni porta o finestra, in modo così da chiudere ogni minima fessura, utilizzare doppi vetri, alzare dal suolo tutti gli oggetti in grado di emettere vibrazioni e sfruttare gli insonorizzanti che normalmente compongono l’arredo delle varie abitazioni. Una bella libreria, grande come tutta una parete, piena di libri, non sarà forse il massimo della modernità, ma contribuirà a non far passare rumori molesti da una stanza all’altra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *