risparmio energetco

Il risparmio energetico tra le mura di casa

Il 30% dei consumi energetici e quasi il 25% delle emissioni di CO 2 totali nazionali è rappresentato dall’energia che viene consumata per riscaldare le nostre case e per la relativa acqua calda (fonte ENEA).

E’ quindi importantissimo evitare sprechi inutili nei nostri ambienti domestici, che sarebbero nocivi sia per le nostre tasche sia per l’ambiente.

Vediamo stanza per stanza come attuare dei comportamenti virtuosi volti a risparmiare energia e a ridurre le emissioni:

CUCINA E BAGNO

Risparmiare acqua sia in cucina sia in bagno è una formula fondamentale per preservare l’ambiente che ci circonda. Esistono alcuni semplici meccanismi di risparmio idricocome i rompigetti da applicare ai lavandini, o il doppio scarico per il water. E’ ottimale poi, scegliere elettrodomestici di classe energetica A++, che consumano meno rispetto ai vecchi apparecchi di un tempo. A tal proposito se si decidesse di sostituire un elettrodomestico rotto è molto importante smaltirlo correttamente presso le piattaforme ecologiche comunali, poiché trattasi di rifiuti RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) non assimilabili ai comuni rifiuti domestici.

SALOTTO

E’ in genere il regno della televisione e dello stereo. E se si dice televisore si pensa subito alla luce led rossa che rimane perennemente accesa, consumando elettricità senza alcuna utilità. Meglio ricordarsi di spegnere anche quella quando si smette di utilizzare l’apparecchio. Il salotto può anche essere la zona adibita a stiro dei panni lavati, con il ferro caldo che deve andare in temperatura e scalda, consumando molta corrente. Una soluzione possibile per limitare i consumi dell’odiato ferro? Stirare il meno possibile applicando alcuni consigli per avere un bucato perfetto senza dover impiegare per forza il ferro da stiro.

TUTTA LA CASA

In tutta la casa è bene avere i doppi vetri, che proteggono la nostra casa da spifferi e mantengono meglio la temperatura interna, svolgendo una funzione di isolamento dei vetri dall’esterno. E’ bene anche, se si posseggono termosifoni, montare le apposite valvole termostatiche che non solo permettono di tenere sotto controllo i consumi ma anche di regolare il calore nelle stanze, una per una, in modo da limitarlo ad esempio, nelle zone di passaggio della casa, poco vissute come i corridoi o le stanze per gli ospiti vuote.

Per ricordarsi sempre come applicare queste buone norme, potete copiarvi, su un foglio di carta di recupero, questo memorandum creato per la manifestazione M’illumino di meno! E averlo sempre sott’occhio, magari applicandolo al frigorifero di casa. Lo apriremo meno, invogliati a leggere le regole di risparmio energetico!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *