Riciclo-Carta

Carta riciclata alleata dell’ambiente!

Abbiamo spesso scritto di carta e del suo riciclo e invitiamo fortemente ad utilizzare la carta riciclata in sostituzione di quella normale, perché riteniamo che questa sia una tematica da non sottovalutare in quanto legata sia ad aspetti ecologici che economici. Bastano  pochi gesti semplici per cambiare la rotta, per esempio facendo uso di risme di carta ecologica riciclata , evitando di sprecarla con metodi facili, comprando per esempio quaderni, agende, libri certificati fsc.

Infatti l’uso delle materie seconde (maceri) limita il ricorso alle materie prime vergini e contemporaneamente riduce la quantità di materiali destinati alle discariche con abbattimento dei costi di smaltimento. Inoltre il riciclaggio riduce i consumi energetici, idrici e le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera (tra le principali responsabili dell’effetto serra).

raccolta-carta-600x450

Per di più dal punto di vista ambientale, forse non tutti sanno che l’utilizzo di carta significa abbattimento di alberi e di conseguenza di riduzione della purificazione dell’area che respiriamo, erosione del suolo e aumento del rischio frane.

Purtroppo la carta non sempre giunge da coltivazioni programmate, dove gli alberi vengono tagliati e poi ripiantati. Ma spesso il legname viene prelevato da riserve naturali, distruggendo foreste ad alto valore di conservazione, come quelle indonesiane, contribuendo così alla loro deforestazione.

deforestazione-indonesia-mappa

Mappa: deforestazione dell’ Indonesia

Solo per citare qualche dato: una tonnellata di carta riciclata consente di risparmiare (rispetto alla carta vergine) il taglio di 24 alberi, il consumo di 4.100 kWh di energia e di 26 metri cubi di acqua, e le emissioni di 27 chili di CO2.

Una recente indagine svolta da Greenpeace, spiega per esempio come il 75% delle case editrici italiane non conosce, né controlla l’origine della carta utilizzata per la produzione dei propri libri.

Quindi in un mondo di “usa e getta” la filosofia dovrebbe essere quella dell’ “usa e riusa”

specialmente nell’ industria della carta, permettendo di valorizzazione i materiali e prodotti alternativi e sicuramente eviteremo di renderci in parte responsabili di veri e propri crimini ambientali, preservando e migliorando l’ambiente in cui viviamo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *