fern-1379020_960_720

3 italiani su 4 conoscono l’importanza della sostenibilità

Molto interessante quello che emerge dai dati del quarto Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile (Ons) presentato a Milano negli scorsi giorni. L’indagine è stata condotta per LifeGate dall’istituto

e offre una utile panorama sui temi green che appassionano gli italiani.

Perché sì, stando ai dati sono sempre di più i temi ambientali che stanno a cuore ai nostri connazionali. Il 74 per cento della popolazione, il 15 per cento in più dello scorso anno, risultano interessate a questi temi. Sembra quindi evidente che “le persone interessate alla sostenibilità siano aumentate, addirittura del 31 per cento dal primo osservatorio del 2015”, ha infatti dichiarato Simone Roveda, il direttore editoriale di LifeGate. “Sono numeri importanti ed è chiaro che siamo di fronte a un cambiamento che riguarda l’intera società, ormai sempre più attenta e consapevole”.

Tra gli italiani interessati al tema, il dato rassicurante è che i più interessati sono in una età compresa tra i 18-34 anni, quindi le giovani generazioni sono sensibili. Inoltre sono di solito diplomati o laureati, studenti, impiegati o docenti. Si tratta di cittadini motivati e che vogliono  intraprendere uno stile di vita sostenibile per amore del pianeta.

“L’interesse alla sostenibilità rilevato nel 2016 a seguito di EXPO che si è consolidato l’anno scorso, nel 2018 ha ripreso la crescita con un trend del +15%” – ha spiegato Renato Mannheimer di Eumetra MR  I concetti veicolati hanno avuto modo di essere fatti propri e trasferiti nella pratica quotidiana”.

Ulteriore conferma dei dati emersi nella precedente edizione, il fatto che gli investimenti in energia rinnovabile continuano a essere prioritari per gli italiani: parliamo del 96% della popolazione. Ulteriori comportamenti e desideri green si ritrovano nel settore della agricoltura biologica, nella gestione della casa, nella raccolta differenziata e nei viaggi sostenibili. Dati che fanno ben sperare per il prossimo futuro.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *