acqua condizionatore

Come utilizzare l’acqua del condizionatore

Plic, plic, plic. L’acqua del condizionatore in estate nel silenzio delle ore più calde sembra essere diventato uno dei pochi rumori in città. Bisogna controllare sempre che il nostro condizionatore di casa o ufficio abbia una tanica sufficiente a raccogliere l’acqua che ne viene fuori per non farla finire in strada o sul balcone sotto di noi. E’ qualcosa che andrebbe inserita nelle nuove regole della civile convivenza.

E quindi una volta che ci siamo assicurati che i nostri condizionatori, ben puliti e controllati prima di essere messi in funzione, con le finestre CHIUSE, per tempi limitati a quando fa veramente caldo, lo so anche voi ve la siete fatti un milione di volte questa domanda:

COME POSSO UTILIZZARE L’ACQUA DEL CONDIZIONATORE???

L’acqua che il condizionatore produce in azione è un’acqua demineralizzata e può essere recuperata per varie funzioni, quindi NON LA BUTTATE. Abbiamo parlato molte volte dell’acqua come risorsa preziosissima, se volete potete leggere una riflessione di Antonio Benforte “Vivere senz’acqua“, ma anche “Come recuperare l’acqua piovana” o “Come riutilizzare l’acqua delle piscine” o “5 modi per limitare l’uso dell’acqua in bottiglia“.

 

Ma torniamo all’acqua dei nostri condizionatori e a come utilizzarla. Vediamo insieme quali sono i modi, se ne avete altre o avete suggerimenti e consigli scrivete a [email protected] sarò felice di rettificare/integrare.

  • Per il ferro da stiro, l’acqua demineralizzata avrà cura del vostro ferro da stiro. Se come me non stirate, saltate al punto successivo;
  • Per le pulizie di casa. Se è un secchio quello che avete alla fine del tubo del condizionatore, basterà aggiungere un po’ di detesivo (o aceto) e lavare così i pavimenti, le superfici di casa, i vetri.
  • Per i nostri amici animali. Anche qui se volete essere civili, portate con voi quando uscite con il vostro amato cane paletta e sacchetti sì ma anche una bottiglietta con dell’acqua e un foro sul tappo così da pulire lì dove il vostro cane ha fatto la pipì. Dinostrerete di essere civili e amanti degli animali.
  • Lavare la macchina, sì! Spugna e secchio e anche la macchina è sistemata.
  • Scarico del WC, un solo sciacquone consuma intorno ai 7 litri d’acqua. Fino al 30% del nostro consumo idrico giornaliero deriva proprio dallo sciacquone del WC. NON utilizzate il water come pattumiera, con cotton fioc, dischetti struccanti, fazzoletti. Posizionate un cestino in bagno per tutte queste cose.
  • Ve ne vengono in mente altri? Piante NO, cucina NO, igiene NO.

Infine, un elemento importante il risparmio energetico, visto che abbiamo parlato di risparmio idrico.

QUANTO CONSUMA UN CONDIZIONATORE IN ENERGIA ELETTRICA?

Considerando un consumo medio di energia elettrica di un condizionatore (la classe G identifica gli elettrodomestici più energivori mentre A+++ quelli meno energivori, con le varie sfumature nel mezzo) la spesa annua oscilla fra i 300 e i 150 euro a elemento (1 condizionatore, 2, 3, così via).


1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *