img_0406

La Gravina di Riggio, in Puglia tra natura e villaggi rupestri

Per gli amanti della natura e dei paesaggi da mozzare il fiato, la Gravina di Riggio è una tappa obbligata se vi trovate in Puglia.

IMG_0385

Questa gravina si trova nei pressi di Grottaglie, a più o meno 5 chilometri dalla cittadina, in provincia di Taranto ed è uno dei numerosi canyon naturali del Parco Naturale Regionale Terra delle gravine.

In questo territorio sono numerosi i solchi carsici di varie profondità, alcuni dei quali furono abitati addirittura già in epoca preistorica.

IMG_0393

Questa, in particolare, è una gravina carsica lunga circa 4 chilometri. Da un punto di vista naturalistico, la gravina offre molto. Molto ricca in biodiversità, in questo territorio è possibile trovare fauna e flora unica.

E inoltre, nei giorni di pioggia, è anche possibile ammirare una piccola cascata naturale con laghetto, se si è fortunati. Si tratta, tra l’altro, dell’unica cascata naturale presente in Puglia, che dopo un salto di 10 metri si tuffa nel cosiddetto “caggione” fossato che per secoli ha reso questo luogo prezioso per biodiversità.

Uno degli aspetti più interessanti è l’insediamento storicamente importante in questa Gravina, che ci testimonia la presenza umana fino all’Undicesimo secolo. Una vera e propria chicca per amanti della natura, che permette ai visitatori di ammirare un paesaggio unico nel suo genere. IMG_0404I più coraggiosi, se la giornata lo permette, si potranno inoltrare lungo il sentiero abbastanza accidentato e visitare l’intero insediamento rupestre, ammirando i fossili e i luoghi in cui la comunità abitava, dieci secoli fa, prima che si creasse la cittadina di Grottaglie.

Fa un certo effetto inoltrarsi nel villaggio rupestre composto da casa scavate nella roccia, vedere i fossili e le tracce del tempo che fu. Molto bella è anche la chiesa-cripta del Salvatore, che ha affreschi risalenti al X e XI secolo. Ovunque nella gravina è un trionfo di macchia mediterranea e profumatissime piante aromatiche, tra cui troviamo rosmarino, mirto, timo, menta selvatica.

IMG_0401

Noi siamo andati in gruppo e con una guida, in questa gravina che, stranamente, è una proprietà privata attualmente.

Non c’è ticket di ingresso ed è visitabile tutti i giorni dell’anno, facendo però attenzione perché non è adatta proprio a tutti, essendo il percorso un po’ impervio, soprattutto nella prima parte.

Scoprite questo piccolo paradiso naturale, se vi trovate in zona, e non ve ne pentirete.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *