Cilento_Punta_Licosa

Escursioni: non solo Vesuvio e Costiera Amalfitana

Con la bella stagione alle porte con moltissimi gli appassionati di trekking ed escursioni alla ricerca di nuovi itinerari, la nostra regione ne offre una grande varietà.

Sulla costa

Gli appassionati conoscono senz’altro “il sentiero degli dei” e la “valle delle ferriere” (vere punte di diamante) ma la nostra regione con i suoi 225 km di costa offre moltissimi percorsi immersi nella macchia mediterranea.

Sentiero della janara, nel parco regionale di Gianola e monte di Scauri (CE), da dove si possono ammirare Gaeta, il Circeo e le isole Pontine, il percorso mostratoci dalla guida Salvatore Donatiello si snoda tra arbusti e sugheri e alcuni tratti  panoramici non  hanno nulla da invidiare a quelli più famosi della costiera sorrentina

Li Galli

L’arcipelago de “Li Galli” visto dal fiordo di Crapolla

Circuito di punta licosa, (immagine di copertina)  tra S. Marco ed Ogliastro Marina (SA), nel quore del Cilento la cui costa è più selvaggia di quella Sorrentina/amalfitana e offre panorami molto suggestivi.

Sentiero di Crapolla, da Sant’Agata Sui Due Golfi (NA) al Fiordo di Crapolla una meravigliosa insenartura naturale usata fin dall’antichità come porto di rifornimeno dalle navi romane. Lungo il sentiero si tovano i resti dell’Abazia di S. Pietro.

In collina

la campania è una regione collinare quindi non è difficile trovare vecchi tratturi dove fare bellissime escursioni.

DSC_0169

La torre normanna e la Chiesa della S S Vergine di Castello a Roccaromana

Percorso trekking della torre mormanna, Roccaromana (CE) ci sono diversi sentieri che conduono alla torre ed alla “chiesa della S.S. Vergine di castello”  da poco entrambi reastaurati, il sito è visitabile su appuntamento grazie alla associazione “La torre Normanna Roccaromana” anche senza percorrere i sentieri.

Il sentiero dell’eremita, presso il monte Massico che si affaccia sulla costa di Mondragone (CE) dove si possono ammirare l’eremo di S. Martino ancora oggi decorato da bellissime pitture e affreschi.

I sentieri sul monte Pugliano, tra Telese terme e S. Salvatore T. (BN) si snodano tra le doline carsiche, immersi nella natura.

 

In montagna

1

Ciaspolata sul Matese

Sul massiccio del matese sono frequenti  le escursioni  organizzate da diverse associazioni, dirette soprattutto  sulle vette della “Gallinola” e del “Miletto” (il punto più alto della Campania 2050 metri)

Ciaspolate sulla neve, presso Cusano mutri (BN) è possibile ammirare le meraviglie della montagna in inverno in maniera ecologica, passeggiando con le racchette da neve.

Il Vesuvio, la maggior parte dei lettori forse non sa che oltre alla ascesa al cratere del vulcano più famoso al mondo, presso il Parco Nazionale del Vesuvio è possibile effettuare escursioni di ogni genere, dal trekking puro alla passeggiata naturalistica , le guide di Vesuvio natura da esplorare (con cui econote ha gia collaborato) sono pronte a condurre i visitatori alla scoperta del fiume di lava, della valle dell’inferno, del monte Somma e lungo altri stupendi percorsi

Ricordiamo che durante una escursione gli ospiti siamo noi, per cui quando ci si trova in natura bisogna avere rispetto dei luoghi cercando di avere il minor impatto possibile, e di cercare usare i trasporti pubblici per raggiungere le località da visitare.

Alcuni link:

Passeggiate inutili (pagina Facebook)

http://vesuvionatura.it/

http://www.mateseescursioni.it/

Associazione Torre Normanna Rooccaromana

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *