Come approfittare dei benefici del sole senza avere danni collaterali nei nostri bambini

Bambini e sole, un binomio salutare con alcune attenzioni

Il sole è importante per gli adulti e per i bambini. Non solo per il buonumore ma anche per i benefici che l’esposizione ai raggi solari ha sull’organismo umano come il facilitare la produzione di vitamina D, la cui carenza può causare rachitismo e altre problematiche. Oltre a questi si possono ritrovare altre benefici derivanti dall’esposizione al sole come il curare delle malattie della pelle, aumentare le difese immunitarie, migliorare il metabolismo, alleviare i dolori delle ossa e regolare la melatonina.

Tutti questi benefici, ovviamente, derivano dall’esposizione al sole in maniera controllata che, nel caso dei bambini non deve assolutamente essere sottovalutata visto che i danni per i più piccoli possono essere gravi.

Ecco alcuni consigli da tenere a mente quando parliamo di sole e bambini:

  • fino ai 6 mesi stiamo attenti all’esposizione ai raggi diretti, si a passeggiate all’aperto ma evitiamo che i raggi del sole abbiano a disposizione la pelle delicata dei nostri bambini;
  • se sappiamo che sarà inevitabile l’esposizione al sole, e comunque in situazioni in cui il sole fa parte del contesto come al mare o in montagna, dotiamoci di una protezione solare alta, dai 30 ai 50, che metta al sicuro la delicata pelle dei bambini;
  • in contesti come il mare, dove la pelle può venire a contatto con sabbia e acqua, applichiamo più volte la protezione, almeno una volta ogni ora, ed eventualmente al bisogno;
  • dotiamoci di un cappellino con frontino o con tesa che ripari dal sole, nei primi anni è importante che gli occhi si abituino al sole, quindi è meglio evitare l’uso intensivo di occhiali da sole;
  • nel caso optassimo per gli occhiali da sole per alcune occasioni acquistiamo prodotti certificati che proteggano gli occhi dei bambini senza arrecare danni;
  • nelle ore più calde del giorno e quando il sole è particolarmente cocente meglio scegliere situazioni più protette come giochi all’aperto in pineta o anche in casa in attesa di un’esposizione solare più protetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *