11111

La magia dell’autunno nei colori del mondo. Viaggiare per credere

 

Viaggiare è una metafora della vita che misteriosamente amplia la conoscenza del sé perché attraverso il contatto con la natura e con le culture del mondo la nostra casa, quella che sempre portiamo dentro di noi, si arricchisce e diventa più soleggiata. Non è mai il tempo di smettere di viaggiare e soprattutto l’autunno regala l’opportunità di vedere mete che assumono colori e sapori diversamente meravigliosi.

Quando si pianifica un nuovo viaggio bisogna sapere cosa si cerca e solo così si può trovare la meta perfetta per qualsiasi stagione dell’anno

All’inizio dell’autunno le destinazioni del Mediterraneo come la Spagna, dove poter visitare il Canyon de los Gaitanes in Andalucia, l’Italia con le sue spettacolari isole Egadi o le gole dell’Alcantara in Sicilia e le rocce rosse di Arbatax, la Turchia e parte delle isole greche, offrono la possibilità di ammirare il mare ed i monumenti delle più antiche culture del mondo. Vi ritroverete immersi in paesaggi miti che parlano di un’estate che non c’è più, ma che ha lasciato il suo profumo di libertà alla portata del viaggiatore che non vuole vivere il caos tipico del turismo di massa. È ancora possibile fare dei bei bagni specialmente nelle isole meridionali dell’Italia, dove le temperature restano più che miti e non più torride.

Se invece si cerca una spiritualità che permea l’aria e si imprime nel paesaggio ideale il massimo è l’India, dove a Munnar gli alberi da tè e le montagne sembrano abbracciare le nuvole.

In Thailandia il White Temple di Chiang Rai si innalza verso il cielo e l’isola Koh Nang Yuan porta il viaggiatore in paradiso. E ancora il Sud della Cina e il Vietnam sono mete ideali specialmente ad ottobre. Qui si può trovare un clima ancora caldo e la fine della stagione dei monsoni segna la forte possibilità di lunghe e belle giornate.

La natura imponente, invece, attende il viaggiatore che visita il Madagascar dei baobab e dell’isola di Tsarabanjina, dove ogni anno le tartarughe marine nidificano sulla spiaggia. Questa meta è perfetta fino a fine ottobre perché dopo comincia la stagione delle piogge che si protrae per 6 mesi. Il Senegal ci riserva la meravigliosa Fadiouth, cioè l’isola delle conchiglie ed il Lago rosa vicino Dakar. Mentre nel Sud Africa Cape Town è solo il punto di partenza per andare ad ammirare la zona vinicola del Western Cape e per visitare Soweto dove nacque il movimento anti-apartheid.

Chi è interessato ad una natura completamente diversa da quella europea, in autunno deve visitare l’America Centrale dove Panama propone spiagge incontaminate, costeggiate dalle foreste tropicali e l’arcipelago di Bocas del Toro. Qui Honduras, Nicaragua, El Salvador e Guatemala sono le mete paradisiache da vedere almeno una volta nella vita.

Nel Sud America è possibile visitare le Cascate Iguazu in Argentina oppure il sito archeologico di Machu Picchu e il lago Titicaca circondato dalle Ande in Perù, il Deserto di Sale in Bolivia, l’Isola di Pasqua in Cile, Salvador de Bahia in Brasile oppure ancora la Patagonia in Argentina. Senza dimenticare i Caraibi, la Death Valley e i deserti degli Stati Uniti.

Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta per viaggiare in autunno scoprendo mondi completamente nuovi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *